Grassino Paolo

Paolo Grassino nasce a Torino nel 1967, vive e lavora a Torino.

Paolo Grassino nasce a Torino nel ’67, nello stesso anno, poco distante, a Genova, si inaugurava la mostra che avrebbe dato vita a uno dei movimenti artistici più incisivi degli ultimi 50 anni: “Arte Povera”, curata da Germano Celant. Con le sue opere di grandissimo impatto Paolo Grassino riflette e fa riflettere sulle derive prese dalla società contemporanea, sul fragile e l’artificiale, sul cambiamento e sulla precarietà del mondo che conosciamo.

La sua ricerca si manifesta nella scelta dei materiali, che spaziano dal legno alla cera, dal cemento all’alluminio, fino alla gomma sintetica e al polistirolo. Ne risultano opere dal grandissimo impatto, tanto visivo quanto emotivo. Che generano nell’osservatore una profonda riflessione sul mondo che abbiamo creato, in cui viviamo e nel quale saremo costretti a vivere. Consapevoli che non sarà fermo e a dimensione d’uomo. Ma in cambiamento. Certo veloce e continuo. Ma possibile da controllare? L’arte di Paolo Grassino genera domande.

Paolo Grassino | "Lavoro rende morte" | 2009 | 300 x 500 x 100 cm | acciaio e acciaio lucidato a specchio
Paolo Grassino | verbo (DB) | 30 x 20 x 21 cm | Cemento e vetro
Paolo Grassino | verbo (NV) | 31 x 22 x 27 cm | Cemento e vetro
Paolo Grassino | "Legami" | 2010 | 25 x 20 x 10 cm | alluminio
Paolo Grassino | verbo (AA) | 34 x 34 x 28 cm | Cemento e vetro

Tra le esposizioni si ricordano la mostra personale “Magazzinoscuro” al MAC di Lissone (2015). Del 2013 la mostra personale  “Percorso in tre atti” negli spazi di Milano del Centro d’arte contemporanea Luigi Pecci. Sempre nel 2013 l’IIC di Madrid gli dedica una mostra personale, mentre nel 2012 partecipa a Beaufort 04-Triennial of Contemporary Art by the Sea di Ostenda. Nel 2011 gli viene dedicata una sala personale al MACRO di Roma e sempre nello stesso anno è la partecipazione alla Quarta Biennale di Mosca . Dello stesso anno la partecipazione a mostre in musei pubblici internazionali come il Frost Art Museum di Miami e il Loft Project ETAGI di San Pietroburgo. Del 2010 è la mostra antologica al Castello di Rivalta (TO) mentre l’anno precedente partecipa alla mostra Essential Experience al museo RISO di Palermo (2009). Nel 2008 la mostra personale in Francia al Museo di Saint-Etienne e nello stesso anno l’invito alla XV Quadriennale d’Arte a Roma. Nel 2000 la GAM di Torino gli dedica una mostra personale.

Biografia completa

Menu